CHI SIAMO

Lizzola, tutta un’altra storia!

Lizzola è un piccolo paese della Val Seriana, situato a 1250 metri sul livello del mare e circondato dalle prealpi Orobiche.

La bellezza del luogo è conosciuta a tutti coloro che hanno percorso, anche solo una volta, le strette viuzze che si snodano nel piccolo centro del paese godendo di scorci mozzafiato su montagne da più di 3000 metri.

Il turismo invernale ha sempre offerto numerosissime opportunità per gli amanti della neve: l’esposizione della località permette alle nevicate di depositarsi e di offrire ai turisti un manto nevoso compatto fino a primavera inoltrata. Sui pendii che circondano il paese sono nati all’inizio degli anni 60 i primi impianti sciistici. La località è stata sin da subito apprezzata ed è diventata negli anni una meta ben conosciuta per lo sci alpino nella bergamasca. Il territorio offre, inoltre, numerosissime escursioni per gli appassionati dello sci-alpinismo e una cascata che, grazie alle rigide temperature dell’inverno, è ben conosciuta da coloro che praticano arrampicata su ghiaccio in provincia di Bergamo. Per gli amanti dello sci e snowboard freeride ci sono pendii di diversi livelli con neve spesso asciutta e farinosa su cui confrontarsi con il supporto di guide specializzate. ‘E inoltre presente un’area per chi pratica sci di fondo con tre anelli di 1,2 e 5 Km.

Durante l’estate la località è frequentata per la bellezza mozzafiato delle montagne che, con le loro vette maestose, sono casa di marmotte, stambecchi e aquile. Lizzola offre incredibili passeggiate adatte sia ad escursionisti esperti sia ad un approccio più ludico e ricreativo con diversi itinerari di difficoltà via via crescente. Gli impianti di risalita permettono inoltre, durante il mese di Agosto, di raggiungere comodamente e senza fatica i 2340 metri. Nell’estate 2013 Lizzola è stata anche conosciuta come meta per la spettacolare disciplina del mountain bike downhill. Gli impianti permettevano infatti la risalita degli atleti con le loro biciclette fino a una quota di 2000 mt e la discesa lungo percorsi appositamente preparati. La meta offre inoltre ad arrampicatori e alpinisti numerose possibilità di approccio alla roccia, dal boulder, alla falesia fino ad impegnativi itinerari sull’apprezzatissimo Pinnacolo di Maslana. Fiumi cristallini e pozze di acqua limpida permettono, inoltre, alle famiglie rilassanti pic-nic senza particolare impegno fisico. Il territorio offre infine le cascate del Serio, che con i loro 315 metri di salto regalano ai residenti e ai turisti uno spettacolo mozzafiato.

Il turismo della località, e l’integrità stessa di un paese che pone le basi della sua economia in questo settore sin dagli anni 60, è stato messo a repentaglio alla fine della stagione invernale 2013-2014 con il fallimento della società che gestiva gli impianti di risalita. Sebbene lo sci alpino rappresenti solo una delle numerose attività possibili in questo territorio la sua pratica permetteva all’intero paese il sostentamento e la presenza di un’ organizzata rete di infrastrutture che permettesse un supporto logistico per attività differenti.

Al fine di preservare questo incredibile patrimonio naturalistico, per evitare che il tempo rendesse gli impianti di risalita degli scheletri di ferro senza vita che avrebbero causato un danno incalcolabile alla flora e alla fauna del posto, per dare speranza alla popolazione locale a non perdere una fonte di sostentamento assolutamente necessario, è nata il 4 Ottobre 2014  la cooperativa “Nuova Lizzola”.

All’interno di questa organizzazione è racchiuso lo sforzo di 20 persone, tra giovani maestri di sci e snowboard, ingegneri, esperti del settore, ma anche figure professionali completamente estranee all’ambiente montano ma con a cuore il futuro del paese. Non tutti sono residenti a Valbondione e buona parte dei partecipanti è completamente estraneo alla sua economia ma appassionato di questo territorio per interessi sportivi, naturalistici o per legami affettivi dei più disparati.

Ogni membro è consapevole del fatto che la chiusura, anche solo per una stagione, degli impianti di risalita avrebbe causato un enorme danno al turismo nel territorio e quindi al sostentamento stesso del paese.

La cooperativa si propone non solo la gestione degli impianti di risalita ma ha l’obbiettivo più ampio di valorizzare e tutelare l’incredibile ambiente che questa perla delle Orobie naturalmente ci offre.

Un obbiettivo primario sarà inoltre quello di garantire alla popolazione locale possibilità lavorative che permettano a un piccolo borgo montano, che pone le sue fondamenta nell’impero romano, di continuare a vivere e di sottrarsi alla triste sorte dell’abbandono e dell’oblio già toccata ad altre piccole frazioni in quest’epoca di scarse risorse.

Sono numerose le persone che hanno già espresso il loro appoggio e la loro disponibilità a questa neonata cooperativa che con poco tempo e pochissimi fondi si sta lanciando in quest’impresa. La società invita tutti coloro che ripongono in Lizzola speranze per un turismo sostenibile e rispettoso dell’ambiente a prestare, secondo disponibilità, aiuto e supporto nei modi e nei tempi che ognuno ritiene più opportuni. Tutti sono i benvenuti nella cooperativa per poter finalmente affermare con sicurezza “Lizzola, tutta un’altra storia!”

We usually reply with 24 hours except for weekends. All emails are kept confidential and we do not spam in any ways.

Thank you for contacting us :)

Enter a Name

Enter a valid Email

Message cannot be empty